Blog

La sicurezza domestica: l’importanza di scegliere rilevatori antincendio sicuri

Se sei alla ricerca di un rilevatore antincendio per la tua casa o il tuo ufficio, sappi che la scelta del dispositivo giusto dipende principalmente dalle tue esigenze. In questa breve guida, ti forniremo tutte le informazioni necessarie per capire i diversi tipi di rilevatori antincendio e come scegliere quello più adatto alle tue esigenze.

Cos’è un rilevatore antincendio?

Un rilevatore antincendio è un dispositivo che serve a rilevare la presenza di fuoco o fumo in un ambiente e a segnalare tale presenza a una centrale di controllo. Esistono diverse tipologie di rilevatori antincendio, che possono essere suddivisi in tre categorie principali: rilevatori di calore e temperatura, rilevatori di fiamma e rilevatori di fumo.

I rilevatori di calore e temperatura sono sensibili all’innalzamento della temperatura nell’ambiente o, se programmabili, si attivano al raggiungimento di una determinata temperatura. I rilevatori di fiamma, invece, si attivano in presenza delle radiazioni emesse dalle fiamme e sono caratterizzati da diversi livelli di sensibilità. Infine, i rilevatori di fumo sono sensibili alle particelle dei prodotti della combustione.

Normativa sui rilevatori antincendio

La normativa di riferimento per i rilevatori antincendio è la UNI 9795, che riguarda principalmente i rilevatori di fumo. Tale norma fornisce indicazioni sul posizionamento domestico di tali dispositivi. I rilevatori di fumo devono essere disposti nell’ambiente in base al modello e al raggio di azione che devono coprire. Non vanno posizionati in stanze come il bagno o la cucina, dove si produce abitualmente vapore, né in prossimità di lampade.

Come scegliere il giusto rilevatore antincendio?

La scelta del rilevatore antincendio giusto dipende principalmente dalle tue esigenze. Ad esempio, se la posa di cavi non è consentita, si può optare per un dispositivo wireless con ricetrasmittente radio integrata. I rilevatori antincendio wireless sono particolarmente indicati nei casi di edifici di particolare pregio storico-architettonico o quando ci sono pochi locali da proteggere.

Se, invece, devi dotare di un sistema antincendio una costruzione molto grande, come un hangar, una fabbrica o un capannone industriale, si consiglia di installare un rilevatore lineare antincendio. Questi dispositivi utilizzano l’attenuazione e/o la modulazione di uno o più raggi ottici e garantiscono una rilevazione più pronta e una copertura completa delle aree sorvegliate.

Inoltre, è importante fare attenzione ai rilevatori antincendio radioattivi, ovvero i rilevatori di fumo a ionizzazione, impiegati per decenni nelle abitazioni. Il loro principio di funzionamento si basa sulla ionizzazione dell’aria attraverso l’americio-241 (Am-241), una sostanza radioattiva. Tuttavia, questi dispositivi presentano dei rischi per la salute e l’ambiente. L’esposizione all’americio-241 può causare problemi respiratori, danni al sistema nervoso e aumentare il rischio di cancro. Inoltre, una volta che i rilevatori radioattivi giungono alla fine della loro vita utile, possono essere difficili da smaltire in modo sicuro e responsabile.

In conclusione, scegliere il giusto rilevatore antincendio per la propria casa o azienda è fondamentale per garantire la sicurezza e prevenire eventuali incendi. È importante valutare attentamente le diverse opzioni disponibili, in base alle esigenze specifiche del proprio ambiente. Inoltre, è essenziale verificare che il dispositivo scelto rispetti le norme di sicurezza vigenti e sia privo di sostanze radioattive.

Scegliere un rilevatore antincendio di qualità e installarlo in modo corretto può salvare vite umane e prevenire danni materiali. Non si tratta di una spesa superflua, ma di un investimento sulla propria sicurezza e quella delle persone che ci circondano.

Contattaci per un preventivo gratuito